/// I NEED LITTLE TO SURVIVE

installazione sonora
/// I NEED LITTLE TO SURVIVE (world premiere)
residenza artistica

Silvia Rosani [IT]

All’interno di un approccio estetico anticapitalista, questa installazione è nata per risuonare e celebrare l’ambiente che circonda Matera. I visitatori possono ascoltare il suono di antichi semi locali, che rimbalzano su un pannello metallico vibrante. Questi semi danno vita a piante che crescono con poca o nessuna acqua, ma stanno gradualmente scomparendo a causa delle potenti multinazionali. Il feedback induce vibrazioni sui pannelli di metallo e i suoni che producono variano da semplici sinusoidi a multifocali aspri e rumorosi. Allo stesso modo, la terra intorno a Matera è naturalmente generosa, ma a rischio di desertificazione. I visitatori possono sedersi sotto o vicino ai pannelli o al gruppo di pannelli, ascoltare le loro voci e percepire le loro vibrazioni toccando le loro superfici. La tecnologia utilizzata è ridotta al minimo. Vengono utilizzati solo due altoparlanti, ma esclusivamente per amplificare le sfumature dei segnali raccolti dai microfoni a contatto e rivelare il mondo interno dei materiali grezzi.

photo © Chris Kister

///

Silvia Rosani studied composition in Udine, at Mozarteum Universität in Salzburg, and completed a PhD at Goldsmiths, University of London, where she works as Associate Lecturer. Her music is performed internationally by ensemble such as Neue Vocalsolisten and soloists such as pianist Anna D’Errico. Silvia was recently in residence at the centre for Human-Computer Interaction in Salzburg and, in November, will perform with her metal panels at the Huddersfield Contemporary Music Festival.

Dettagli

  • Palazzotto del Casale

  • via Madonna delle Virtù

  • Fondazione MT2019 / Matera

  • 1 - 15 settembre 2019

  • h 10 - 13 / h 16 - 19

  • FREE